AUDACE ARCADIA<dataavatar hidden data-avatar-url=https://secure.gravatar.com/avatar/e1eb9e80e62392dda5133fbc51bbf0f7?s=96&d=mm&r=g></dataavatar>

#Portfolio

Wilhelm von Gloeden (Wismar, 16 settembre 1856 – Taormina, 16 febbraio 1931) è stato un fotografo tedesco che ha lavorato soprattutto in Italia, sua patria d’elezione dal 1878 e dove trascorse il resto della vita, con l’eccezione del periodo della prima guerra mondiale e di qualche viaggio in Europa e in Nordafrica.

L’aspetto omosessuale dell’arte di Gloeden è noto soprattutto per i suoi studi pastorali di nudo maschile di ragazzi siciliani che fotografava accanto ad anfore o costumi dell’antica Grecia, per suggerire una collocazione idilliaca nell’antichità.

Da un punto di vista moderno il suo lavoro è ragguardevole per il suo uso sapiente e controllato dell’illuminazione, così come per l’elegante messa in posa dei suoi modelli. Alla perfezione artistica dei suoi lavori contribuirono anche l’uso innovativo dei filtri fotografici e di lozioni per la pelle di sua invenzione.

In uno scritto del 1910 Gloeden rivendica a proprio merito il fatto d’aver portato la foto di nudo fuori dallo studio, proponendone un’ambientazione all’aria aperta.

Wilhelm von Gloeden su Wikipink – L’enciclopedia LGBT italiana

Catalogo di Wilhelm von Gloeden su Wikicommons

PHOTOGALLERY