Legami: bisogno di sicurezza o necessità di libertà

Un legame è una connessione fra noi e gli altri. Non è fisico, non solo almeno, ma emotivo, incardinato sul bisogno o su una necessità di indipendenza/dipendenza

Legami: bisogno di sicurezza o necessità di libertà

di Alessandro Stirpe*

  Un legame è una connessione fra noi e gli altri. Non è fisico, non solo almeno, ma emotivo, incardinato sul bisogno o su una necessità di indipendenza/dipendenza.

Come in tutte le relazioni i primi legami si attuano con i genitori, poi con i coetanei, infine con amici, colleghi e partner.

 Esistono i legami di sangue ma anche legami intellettuali, alcuni sono stretti per amore, vicinanza, empatia, altri per dovere, rispetto o per timore dell’altro. Il legame si nutre di fiducia, di dipendenza in quanto bisogno ma anche semplicemente di parentela genetica. Alcuni legami devono essere spezzati, altri vorremmo spezzarli ma non riusciamo. 

 

 Anche nel mondo professionale si creano legami. Alcuni di questi sono necessari alla sopravvivenza, con un collega o con un datore di lavoro, con un cliente o con l’idea progettuale, perché producono reddito. 

 Quando si parla di relazioni si deve porre attenzione su questo aspetto. Il legame è una relazione che esiste. Riconosciuta. Il legame dà forma all’immaterialità di un rapporto fra due o più individui ed è quindi il fulcro su cui si compiono azioni, si agiscono comportamenti e si rinsaldano ruoli e competenze. 

 Ognuno di noi ha legami. Alcuni però soffrono per l’assenza o al contrario soffrono per l’esistenza.

Alcuni vorrebbero maggiore libertà, dalla famiglia, dal partner, dal lavoro e tendono quindi a distruggere i legami mettendo in crisi anche rapporti consolidati. Chi invece soffre per non avere legami solidi e duraturi si mette in una posizione di dipendenza totale dall’altro e costruisce relazioni dove il sostantivo diventa verbo imperativo: lègami. 

 Le richieste che inconsapevolmente facciamo alle persone con cui entriamo in relazione sono anticipazioni di come verrà costruita la relazione stessa e possono, quindi, essere anche osservate da chi le riceve come cartina di tornasole rispetto all’indipendenza che il nostro interlocutore è in grado di accordarci. 

 E voi avete letto lègami o legàmi?

Riflettiamo su cosa chiediamo all’altro e su cosa ci viene richiesto. È importante.

 

* Alessandro Stirpe, psicologo – www.theprofilers.it