Daniel Guérin, “il nonno del movimento omosessuale francese”

Il 19 maggio 1904 nasce a Parigi, Daniel Guérin, marxista libertario, dichiaratamente bisessuale attivsta del movimento di liberazione omosessuale francese

Daniel Guérin, “il nonno del movimento omosessuale francese”

Daniel Guérin nasce a Parigi il 19 maggio 1904, muore il 14 aprile 1988. È stato uno scrittore, rivoluzionario francese, anticolonialista, militante dell liberazione sessuale e omosessuale e teorico del comunismo libertario. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu internato dai nazisti e ha combattuto contro in clandestinità in gruppi trozkisti.

Daniel Guérin, apertamente bisessuale denunciò le discriminazioni e i pregiudizi di cui era vittime le minoranze sessuali, anche all’interno dell’ambiente della sinistra.

Nel 1955 pubblica un libro dedicato all’opera di Kinsey nel quale critica l’oppressione specifica subita in Francia dagli omosessuali, particolarmente severi negli ambienti marxisti all’interno dei quali esiste quello che Guérin non esita a definire un “terrorismo antisessuale”.

Nel 1965, dopo il suo coming out, si esprime contro l’omofobia che domina a partire dalla seconda metà del XX secolo proprio la sinistra incapace di di leggere l’omofobia a causa della loro concezione della sessualità piccolo borghese.