Omphalos Volley Tournament, a Perugia un torneo contro i pregiudizi

Sabato 18 febbraio il torneo nazionale di pallavolo con la partecipazione di oltre 15 squadre per un totale di oltre 100 partecipanti da tutta Italia

Omphalos Volley Tournament, a Perugia un torneo contro i pregiudizi

A Perugia volley e amicizia saranno a braccetto. Sabato 18 febbraio, presso le strutture del palazzetto dello sport di San Sisto e dell’istituto Enrico Fermi, si svolgerà il torneo nazionale Omphalos Volley Tournament con il patrocinio del Comune di Perugia e la collaborazione della Regione Umbria, che vedrà la partecipazione di oltre 15 squadre per un totale di oltre 100 partecipanti da tutta Italia. Hanno aderito Arcigay, Arcilesbica e Arci alla promozione della manifestazione.

L’evento di pallavolo, giunto alla quarta edizione, è una vetrina non tanto per chi sogna di arrivare in serie A ma per chi vuole vincere un altro trofeo, ancora più importante, quello della condivisione dei valori, legati al rispetto dentro e fuori il rettangolo di gioco nel superamento di ogni pregiudizio. In campo scenderanno non solo giocatori e giocatrici della comunità Lgbti.

Questo progetto, quindi, unisce lo sport e la comunità che lo pratica attraverso quei valori fondamentali che sono l’uguaglianza e il no alle discriminazioni. Un esempio di come dovrebbe essere la nostra società. Fatta, cioè, di persone tutte diverse ma allo stesso tempo uguali. Un contesto in cui le differenze possano essere viste solamente come un arricchimento, non certamente come una barriera o una minaccia.

Lo sport contro le discriminazioni e per i diritti di tutti e tutte“. Con questo spirito tutti gli atleti e atlete si ritroveranno oggi a Perugia per testimoniare come la pratica sportiva sia fondamentale per trasmettere messaggi importanti alla collettività contro l’omotransfobia.

Particolarmente importante il ruolo delle associazioni per promuovere i valori di inclusione e integrazione nella società.

«Questa quarta edizione dell’evento Omphalos Volley Tournament – conferma Stefano Bucaioni, presidente dell’associazione Omphalos – testimonia la validità del progetto sportivo della nostra associazione, per ribadire ancora una volta il valore dello sport come terreno di integrazione contrasto alle discriminazioni da orientamento sessuale».

Le squadre di pallavolo e di nuoto dell’associazione raccolgono ormai quasi 50 atleti che si impegnano in un progetto che oltre allo sport offre un valore sociale importantissimo per tutta la comunità regionale:

«Siamo un gruppo di persone – spiega Lorenzo Benedetti, consigliere del direttivo di Omphalos e giocatore – unite dalla passione per la pallavolo, dalla voglia di divertirsi, ma soprattutto unite da un obiettivo comune: sconfiggere la discriminazione omotransfobica anche in ambito sportivo. La nostra squadra è composta da persone di differenti orientamenti sessuali, differenti identità di genere: Omphalos Volley è uno spazio sicuro in cui poter essere sé stessi e giocare liberamente, facendosi portavoce di un messaggio importante alla collettività. Anche il sudore diventa un motivatore importante se si lotta per un obiettivo comune così fondamentale».

«Il torneo rappresenta un momento di grande valore sportivo e di forte integrazione per la comunità oltre che essere una vetrina per la città – aggiunge Fabio Cappuccini, responsabile sport di Omphalos – considerando le tante persone che in questo per un weekend arriveranno a Perugia per partecipare ed assistere a questa manifestazione».

Non solo volley: anche Cupido si scatenerà in pista al BeQueer per un sabato notte epico con le atlete e gli atleti della pallavolo Lgbti&Friendly venuti da tutta Italia. Sul palco Nikita Magno e le sue Valkyria e She Wulva con l’A.D. Caroline D’Lamar ruberanno i cuori dei presenti insieme a uno special guest d’eccezione: Alex Palmieri. A far ballare tutti ci penserà il resident Salvo Venditti DJ. Guest: Gaia Logan.