Risen From The Dead di Mustafa Sabbagh

Opera al nero

di Giovanbattista Brambilla il 9 agosto 2014

Siete ancora in tempo per poter godere degli splendori della mostra del fotografo Mustafa Sabbagh presso la Traffic Gallery di Bergamo (via San Tommaso 92) a due passi dal prestigioso museo d’arte antica dell’Accademia Carrara. È stata proprio tale vicinanza ad aver ispirato il fotografo italo-palestinese per la sua esposizione dal titolo Risen from the Dead, ovvero il “risorgere dalla morte”. [continua…]

Vi presento Mommy

di Paolo Colonna il 7 agosto 2014

Bello e affascinante, Xavier Dolan, nato a Québec nel 1989, è ormai riconosciuto come uno dei principali talenti del cinema contemporaneo. È un peccato che i suoi film, pur mietendo premi su premi in tutti i festival, lgbt e non, non siano mai usciti in Italia. Per chi vuole però c’è una vasta scelta di dvd online, con sottotitoli in francese o inglese. [continua…]

Michel Foucault

Foucault oggi

di Mauro Giori il 21 luglio 2014

Trent’anni senza Michel Foucault. Non certo senza le sue idee, che sono ovunque: pochi pensatori hanno avuto un’influenza vasta e duratura quanto lui. Ma l’uomo se n’è andato prematuramente quando aveva solo 57 anni, lasciando incompiuto il suo lavoro più importante: non sapremo mai come sarebbe andata a finire la sua Storia della sessualità. Qualcuno fantastica che il manoscritto del quarto volume esista da qualche parte: il mistero è intrigante quanto quello della parte della Poetica di Aristotele dedicata alla commedia. Forse un giorno Umberto Eco ci scriverà sopra Il nome della rosa 2. [continua…]

Cam4

Davanti alle webcam

di Alessandro Condina il 19 luglio 2014

Ragazzi che si scambiano video porno per e-mail o per telefono, uomini che si collegano a una webcam per osservarne altri che si esibiscono in spettacoli sexy, da soli o in compagnia. Il sesso nell’era di Internet 2.0 è davvero senza frontiere e coinvolge – virtualmente – anche partner che vivono dall’altra parte del globo.
Si assiste a “un utilizzo sempre più sessualizzato dei nuovi mezzi di comunicazione digitale”, segnala una ricerca condotta dall’Ipof (Institut Français d’Opinion Publique), attraverso un questionario realizzato in Rete dal 29 marzo al 4 aprile 2014 su un campione di 4665 individui, rappresentativo della popolazione tra i 18 e i 69 anni residenti in Francia, Italia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Basta uno smartphone con la connessione a Internet o un computer con la cam e, in un batter d’occhio, fare sesso a distanza, anche in diretta, diventa facile come mandare un messaggio. [continua…]

Pubblicità Findus

4 salti e un coming out

di Augusto Cosimi il 17 luglio 2014

Non è in assoluto la prima volta, in Italia, che una coppia gay sia rappresentata in pubblicità. Nel 2012 già IKEA e Althea sughi ci avevano provato.
Purtroppo nello spot dell’azienda svedese era necessario essere molto attenti per accorgersi dei pochi secondi dedicati a una coppia gay, mentre la sequenza del bacio appassionato gay e lesbo dei sughi al pesto e all’amatriciana Althea risultava sostanzialmente invisibile: andava in onda dopo le 23.
Nello spot Findus diffuso nel giugno scorso tre voci fuori campo raccontano di una mamma invitata a cena dal figlio Gianni e dal suo coinquilino Luca che ha preparato un menù a base di 4 salti in padella. [continua…]

Convegno sulle condizioni dei detenuti lgbt in Italia

Dietro le sbarre

di Carmine Urciuoli il 15 luglio 2014

Tra i primati negativi che sta collezionando l’Italia ci sono le condizioni di detenzione carceraria, tanto inumane che la Corte Europea ha chiesto al nostro paese di rimediare alle violazioni dell’art. 3 della Convenzione Europea sui Diritti Umani.
Nel 2012 erano 20703 i detenuti in soprannumero rispetto ai 45.568 posti disponibili (145 carcerati ogni 100 posti) con 12.911 detenuti in attesa di giudizio (di cui 10.717 stranieri). Poco o nulla si sa della condizione dei detenuti omosessuali e transessuali. [continua…]

Campagna gay friendly per il turismo in Gran Bretagna

Fuori dal mondo

di Marco Albertini il 13 luglio 2014

Si è tenuta a inizio maggio a Madrid la 31esima edizione del convegno annuale mondiale di IGLTA (www.igltaconvention.org), l’associazione che riunisce l’intera industria del turismo lgbt internazionale. Erano presenti più di 200 partecipanti da oltre 30 paesi del mondo, in rappresentanza di destinazioni geografiche con i relativi enti del turismo ufficiali, agenzie di viaggio e tour operator, riviste del settore specializzate, catene alberghiere e chi più ne ha più ne metta.
Come ogni evento che si rispetti organizzato “all’americana”, si è trattato di un campo di addestramento in stile marines d’assalto, a base di education e networking. Durante tre intensissimi giorni siamo stati informati e formati tecnicamente su svariati temi, e sottoposti a sedute estreme di relazioni sociali che iniziavano la mattina a colazione, proseguivano a pranzo, e terminavano a sera inoltrata nei vari party ufficiali organizzati e pagati da differenti sponsor per permettere a tutti, soprattutto ai compratori e ai fornitori di servizi, di trovare almeno un attimo per conoscere e dialogare con chiunque fosse presente. Questo appuntamento è talmente importante che c’erano delegati arrivati da Argentina, Giappone, Sudafrica tanto per citare alcune mete che, al solo nominarle, fanno sognare a occhi aperti molti di noi. [continua…]