Emilia Romagna Civica

Noi e l’articolo 18

di Maria Gigliola Toniollo il 13 novembre 2014

Your ads will be inserted here by

Easy AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Nel 2002, nello storico corteo della Cgil in difesa dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, un pride particolarmente esuberante aveva sfoggiato per le strade di Roma tutta la sua formidabile identità rainbow.
Una forte penalizzazione sul lavoro in Italia per gay, lesbiche, trans e intersex è in primis imposta direttamente dalla legge e non è accettabile che si creino nuovi presupposti. [continua…]

Stella Sorgente trascrive matrimonio gay

Esperimento Livorno

di Francesco Belais il 11 novembre 2014

Your ads will be inserted here by

Easy AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Per raccontare questa vicenda occorre forse riavvolgere il nastro della storia, e tornare al 21 gennaio 1921, giorno in cui è nato, a Livorno, il Partito Comunista Italiano. Praticamente sin da allora la città è sempre stata una roccaforte rossa e il governo è stato costantemente in mano al PD e a tutti i suoi antecedenti. [continua…]

Matrimonio gay (foto di Elaine Adolfo)

Nozze chiavi in mano

di Alessandro Condina il 9 novembre 2014

Your ads will be inserted here by

Easy AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Sergio e Michele si sono sposati a Oslo, Stefano e Giuseppe a New York, Miguel e Roberto a Madrid. Ormai non si contano più le coppie gay italiane con la valigia: in alcuni casi si tratta di viaggi di sola andata, un’emigrazione in cerca dei diritti che il nostro paese non è ancora in grado di riconoscere; per altri è semplicemente un modo di celebrare ufficialmente la propria unione, per poi tornare in Italia in attesa che quel matrimonio prima o poi abbia un riconoscimento anche qui.
Per rispondere alla domanda crescente di matrimoni, sono nate diverse agenzie “gay wedding planner” che organizzano cerimonie simboliche o assistono, anche da un punto di vista pratico e burocratico, le coppie dello stesso sesso che desiderano sposarsi all’estero, per poi magari chiedere la trascrizione delle nozze nei comuni “ribelli” alla circolare Alfano che vieta ai sindaci di certificare le nozze all’estero. [continua…]

Petizione su Change.org

Firme a perdere

di Massimo Basili il 7 novembre 2014

Basterebbe ricordare il famigerato “Gògol” di Berlusconi nell’unica volta che nominò in pubblico il noto motore di ricerca Google per convincersi che la nostra classe politica guarda alle infinite possibilità offerte dal web quantomeno con sospetto.
Nemmeno l’irrompere nell’arena elettorale del Movimento 5 Stelle e dell’idea innovativa quanto ingenua che Grillo&soci hanno della democrazia digitale ha portato maggior fortuna all’uso di internet.
Proprio il successo del M5S rappresenta però il segnale di un’esigenza impellente di partecipazione alla vita politica del nostro paese, che aspetta solo il modo più adatto per esprimersi.
E Il web appare quello più prossimo e immediato, tanto che negli ultimi anni le petizioni online sui temi lgbt si sono propagate in maniera così esponenziale da essere ormai un fenomeno rilevante, sia nel senso della rivendicazione dei diritti che in quello, non trascurabile, della loro negazione. [continua…]

Rete Lenford

W i trascritti

di Giacomo Cardaci il 5 novembre 2014

Grosseto è la città che ha fatto da “apripista”. Poi Fano, Napoli, Bologna, Udine, Firenze, Piombino, Siracusa, Empoli, Livorno, Roma e infine Milano. Presto probabilmente anche Catania e molti altri comuni.
La trascrizione in Italia dei matrimoni contratti all’estero tra persone dello stesso sesso è stata uno tsunami travolgente: ne abbiamo letto su tutti i giornali, ne hanno parlato i tg e il matrimonio gay è finalmente rientrato nell’assopito dibattito politico italiano. [continua…]

Foto di Joe In Queens, Flickr

La prima volta

di Andrea Devis il 3 novembre 2014

Nell’epoca dei social network, tutto è diventato facilmente accessibile, anche e soprattutto il sesso. Sul web, adolescenti incapaci di arrossire, si dividono tra spregiudicatezza e ingenuità, consapevoli del proprio corpo e (apparentemente) senza il filtro del pudore. E tra desiderio, difficoltà e apprensione lo rivelano nei dettagli grazie ai nuovi strumenti che hanno a disposizione. Anche se, a sorpresa, non sempre la prima volta si coglie su Internet. [continua…]

Ritratto della Marchesa Luisa Casati con le penne di pavone di Giovanni Boldini (1914)

La divina marchesa

di Giovanbattista Brambilla il 25 ottobre 2014

Palazzo Fortuny a Venezia, dal 3 ottobre 2014 all’8 marzo 2015, sarà la sede della prima straordinaria mostra interamente dedicata alla marchesa Luisa Casati Stampa (1881-1957).
La Casati fu colei che a inizio Novecento, con il trucco esagerato, le trasgressioni eccentriche e una vita scatenata, fu capace di trasformare se stessa in opera d’arte. Conturbante e sorprendente incarnazione vivente della modernità e dell’avanguardia artistica dei primi decenni del ‘900. [continua…]